Il sorriso ai piedi della scala di Henry Miller

“Questa è la sola storia vera che io abbia raccontato fino adesso”

Annunci

Un volumetto di 80 pagine del 1958 in cui non c’è neanche una scena di sesso. Nulla, e stiamo parlando di Henry Miller, autore di importanti libri che si trovano su qualunque bancarella dell’usato, come Tropico del Cancro (1935) e Tropico del Capricorno (1939). In questo post allora vi racconterò di uno scritto poco conosciuto e dimenticato di Miller che s’intitola Il sorriso ai piedi della scala (Feltrinelli).

Leggi il post completo

Il giardino dei Finzi-Contini: amore e resoconto storico

Recensione del romanzo di Giorgio Bassani che la critica considera ormai un nuovo classico a tutti gli effetti

Leggendo il mio primo romanzo di Giorgio Bassani, ho notato che il libro ha un impianto narrativo strettamente legato alla biografia dello scrittore (non stupisce infatti la tecnica dell’io narrante). Il giardino dei Finzi-Contini (Feltrinelli) è la storia di una famiglia ebraica di Ferrara che, a seguito della promulgazione delle leggi razziali del ’38, fu deportata in Germania e lì sterminata.

Il destino dei Finzi-Contini è già anticipato nelle prime pagine del romanzo quando l’autore, nel prologo, descrive la tomba della famiglia: «Uno solo, fra tutti i Finzi-Contini che avevo conosciuto e amato io, l’avesse poi ottenuto, questo riposo. Infatti non vi è stato sepolto che Alberto, il figlio maggiore, morto nel ’42 di un linfogranuloma; mentre Micòl, la figlia secondogenita, e il padre professor Ermanno, e la madre signora Olga, deportati tutti in Germania nell’autunno del ’43, chissà se hanno trovato una sepoltura qualsiasi».

Leggi il post completo

Il saggio non litiga mai. Accenni di autodifesa verbale

Recensione del libro “Piccolo manuale di autodifesa verbale” di Barbara Berckhan pubblicato da Feltrinelli.


Si vince in difesa e non in attacco. Combattenti si nasce e non si diventa avrebbero detto gli Spartani. La frase può avere senso se siamo dei lottatori di Sumo o dei pugili. Nella nostra società democratica il combattimento è prevalentemente verbale anziché fisico. Quotidianamente ci capita di avere degli attriti e discutere con chi non ci rispetta e vuole calpestarci. Come reagire allora alle provocazioni? Le strategie sono varie ma quelle proposte da Barbara Berckhan sono spiazzanti.

Continua a leggere “Il saggio non litiga mai. Accenni di autodifesa verbale”

La pessima abitudine di rinunciare a pensare

Recensione del saggio di Ermanno Bencivenga intitolato “La scomparsa del pensiero” edito da Feltrinelli

Leggi velocemente e sarai meglio di Einstein

Sfogliando un numero della rivista Sette sono capitato su un’inchiesta dedicata alla manipolazione mentale di chi organizza i corsi per rafforzare la memoria. Chi studia all’università – me compreso – sa bene di cosa si parla. Ogni bacheca, o quasi, di un ateneo ospita un volantino che pubblicizza i miracolosi effetti della lettura veloce. “Più leggi veloce, prima ti laureerai”. Balla colossale. Da normale studente senza doti eccezionali posso dire che il segreto di una buona carriera universitaria è la costanza. Svicolando da questo tema universitario, mi ha sorpreso l’aspetto oscuro di questi corsi: i costi in primis e i tentativi di coinvolgimento al limite dell’ossessione/stalking in secundis. Continua a leggere “La pessima abitudine di rinunciare a pensare”

“I veri padroni del calcio” di Marco Bellinazzo

Recensione del libro “i veri padroni del calcio” scritto dal giornalista Marco Bellinazzo per Feltrinelli

Lo sport è un fenomeno ingenuo o ha una valenza politica determinante nella nostra epoca? Perché gli sportivi si candidano e alcune volte vincono le elezioni nei loro luoghi di nascita? Solo qualche domanda per farvi capire che l’attività sportiva – nello specifico il mondo del pallone – si è caricata di una valenza politica enorme che va a braccetto con il potere economico. Potrete trovare le risposte nella recensione del saggio I veri padroni del calcio di Marco Bellinazzo che vi propongo qui sotto.

Leggi il post completo

Il Gattopardo che c’è in noi

Recensione del romanzo “Il Gattopardo” di Tomasi di Lampedusa

Quando penso al termine gattopardo mi vengono in mente due cose: la prima è una discoteca ubicata in una chiesa sconsacrata vicino a casa mia e la seconda è invece la voce del giornalista statunitense Alan Friedman. Non penso mai al Continua a leggere “Il Gattopardo che c’è in noi”