I ragazzi della via Pàl di Ferenc Molnàr

Un gruppo di ragazzini che vorrebbero rimanere piccoli ma le asperità della vita non risparmiano nessuno

Annunci

Non è vero che i ragazzi del 2019 non possono capire completamente le abitudini ludiche dei loro coetanei del 1899. Gli scontri tra bande, descritti da Ferenc Molnàr ne I ragazzi di via Pàl, avvengono tuttora. Non in luoghi fisici come parchi o cortili, ma in arene digitali di videogiochi come Minecraft o Fortnite. Le dinamiche sono molto simili: si agisce in squadra, ci sono dei gradi da conseguire ed è possibile stabilire degli obiettivi comuni.

Leggi il post completo

“Il Giorno del Ringraziamento” di Truman Capote

Recensione de Il Giorno del Ringraziamento di Truman Capote, pubblicato da Garzanti

L’Alabama degli anni Trenta, un bullo e una vecchietta fuori di testa. Questi i tre elementi caratteristici de Il giorno del Ringraziamento di Truman Capote. Il componimento si trova attualmente nella raccolta La forma delle cose. Tutti i racconti, pubblicata da Garzanti.

Leggi il post completo

La morte a Venezia di Thomas Mann. Il fascino dell’abisso

Recensione “La morte a Venezia” di Thomas Mann, pubblicato da Mondadori

L’età che avanza è percepita come una malattia nella società di oggi. Chiunque di noi ha in testa l’immagine dell’attempata signora dell’alta borghesia che è stata sfigurata dal chirurgo plastico di fiducia: canotti al posto delle labbra e zigomi sporgenti. Perché si fa tutto questo? Invecchiare è così brutto? Non saprei rispondere, ma Thomas Mann ne La morte a Venezia cerca di capirlo per mezzo di Gustav Aschenbach, scrittore tedesco afflitto dalla noia del quotidiano. Gustav ha tutto: fama, soldi e salute. Aschenbach però non è felice, cova una malinconia: non aver vissuto appieno la giovinezza. Il protagonista allora decide di fare un viaggio per distrarsi e sceglie la Venezia degli anni ‘10 del Novecento (almeno così credo, dato che il libro venne stampato nel 1912). Continua a leggere “La morte a Venezia di Thomas Mann. Il fascino dell’abisso”

“Dopo” di Edith Wharton

Recensione di “Dopo” di Edith Wharton, 24esimo volume della collana “I racconti di Repubblica”

In questo racconto di Edith Wharton appare un fantasma e una casa infestata. Siamo nel Dorsetshire, a Lyng, una cittadina inglese. I protagonisti di Dopo sono una coppia dell’alta borghesia statunitense che decide di trasferirsi in Inghilterra per trascorrere gli anni di rendita conquistati da Edward Boyle (Ned), un ingegnere che lavorava per un’azienda chiamata Blue Star Mine. Mary, moglie di Ned, decide insieme alla consorte di accettare il consiglio della amica Alida Stair, che ha dei parenti che vogliono vendere una villa infestata dai fantasmi a Lyng. Continua a leggere ““Dopo” di Edith Wharton”

Il falcone maltese di Dashiell Hammett

Recensione del romanzo “Il falcone maltese” di Dashiell Hammett, pubblicato da Mondadori

«… lei non è uomo da spaventarsi per qualche fastidio. Lei sa sempre come comportarsi e alla fine sa cadere sempre in piedi, qualunque cosa succeda». Così Casper Guntman, il ciccione, si rivolge all’investigatore privato Samuel Spade, protagonista de Il falcone maltese. Una citazione per farvi capire di che tipo di poliziesco stiamo parlando.

Il giallo di Dashiell Hammett esce nel 1936 in Italia. La prima casa editrice a portarlo nelle librerie è Continua a leggere “Il falcone maltese di Dashiell Hammett”

Maledetta, maledetta burocrazia kafkiana

Recensione del romanzo “Il Castello” di Franz Kafka, edito da Garzanti

Parlando con due mie amiche davanti a una birra e uno spritz troppo costoso sulla Darsena, ho intavolato un discorso sui danni del sentito dire e dell’opinione comune scevra da ogni giudizio critico. Quante volte capita che la dignità di una persona venga infangata dalle dicerie e dalle cattiverie costruite ad arte, con l’obiettivo di screditare un nemico? Succede spesso, troppo spesso. L’aspetto più inquietante

Continua a leggere “Maledetta, maledetta burocrazia kafkiana”