Storia Contemporanea 2

  

Continuiamo la nostra sintesi vedendo come si presentava l’Europa negli anni tra il 1970 e il 1890. Abbiamo detto che era un’Europa costituita da gradi potenze che lottavano tra di loro. Per esempio nel 1870 Bismarck che voleva fare un grande stato tedesco attaccò la Francia, la sconfisse a Sedan e con il trattato di Francoforte fece nascere il nuovo Reich tedesco. La sconfitta per la Francia rappresentò una grande umiliazione anche perché perse i preziosi territori dell’Alsazia e della Lorena. La sconfitta ebbe delle conseguenze sul fronte interno: ci furono varie proteste e portarono a Parigi alla proclamazione della Comune, che era una radicale esperienza di democrazia diretta ma questa venne poi scacciata dalle truppe francesi nella “settimana di sangue”.

Dopo questa guerra si diffuse in Europa una nuova concezione politica ovvero la politica di potenza di cui abbiamo già parlato. Tramonta allora il libero scambio e le nazioni chiudono i confini. In questi anni venne isolata la Francia grazie soprattutto al patto dei tre imperatori di Germania, Russia e Austria. Ma le rivalità tra questi tre stati erano molto forti e vennero fuori anche nella guerra russo-turca per proteggere i popoli slavi e poi si cercò riappacificazione con il congresso di Berlino del ’78. Bismarck completò le alleanze con la triplice alleanze con Austria e Italia.

Vediamo nello specifico come si presentava la Germania imperiale, negli assetti interni c’era una prevalenza dell’esecutivo sul legislativo. C’era anche un blocco sociale imponente formato dagli industriali e dall’aristocrazia agraria.Nacquero in questi anni partiti come il Centro Cattolico e il partito Socialdemocratico. Bismarck cercò di fronteggiare tutti e due – ricordiamo la kulturkampf –  ma lasciò stare i cattolici e si concentrò sui socialisti. Ma la crescita dei socialisti non si fermò nemmeno davanti alle leggi repressive e alle concessioni del governo con leggi avanzate in materia di assistenza e previdenza per i lavoratori.

La grande nemica tedesca, la Francia, si apprestava a formare la sua terza Repubblica. Ripresasi dalla guerra si diede una nuova costituzione nel ’75 e si evolse in senso parlamentare grazie ai repubblicani moderati nonostante l’instabilità e gli scandali finanziari, lo scontro era tra opportunisti e radicali. Ci fu anche una battaglia per la scuola laica e l’istruzione fu resa gratuita e obbligatoria. Ma negli anni ’80 fu minacciata da un movimento nazionalista guidato dal generale Boulanger.

Nell’Inghilterra vittoriana ci fu un periodo florido per l’economia, ci fu anche un rafforzamento del regime parlamentare con alcune importanti riforme come quella dell’allargamento del suffragio, fu abolito anche il voto palese nelle campagne, e leggi per assistenza ai lavoratori. C’è quindi un periodo di egemonia liberale tra il ’66 e l’86 e si alterarono al governo il liberale Gladstone, progressista e il conservatore Disraeli che fu fautore di una politica imperialistica non priva di aperture sociali. Gladstone cercò anche di risolvere la questione Irlandese concedendo l’autonomia ma non ci riuscì a causa della secessione degli unionisti capeggiati da Joseph Chamberlain.

Analizziamo infine il caso della Russia. Una nazione che stava conoscendo l’industrializzazione ma fortemente arretrata sia da un punto di vista sociale che politico. Ma c’era una grande vivacità a livello culturale e nel dibattito ideologico. La salita al trono di Alessandro II comportò grandi speranze di rinnovamento per la popolazione russa. Ci furono importanti riforme, la più importante è quella dell’abolizione della servitù della gleba ma non produsse i vantaggi che ci si aspettava. Dopo l’insuerrezione dei polacchi repressi nel sangue ci fu un distacco tra intellettuali e potere. Si affermava così l’autocrazia russa. Si formarono due correnti: i nichilisti e i populisti. Rifiuto totale dell’ordine costituito.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...